Suggerimenti per l’utilizzo dei colori nella grafica

Per non perdere la vista

Nonostante gli enormi cambiamenti nel mondo della pubblicità, il colore continua a essere la celebrità della comunicazione. Pensate agli spot televisivi, ai film, ai volantini, alla fotografia… E’ la luce e quindi il colore a dargli profondità, significato.

Il colore comunica, eccome se comunica! Pensate alla vivacità del rosso, alla lucentezza del giallo, alla profondità del blu. Ogni colore è un messaggio ed il messaggio è la chiave della comunicazione, infatti vogliamo affrontare con voi questo argomento dandovi dei piccoli suggerimenti:

Usate il colore con cautela

Se non siete convinti delle combinazioni, degli accostamenti e non avete modo di fare delle prove di stampa, non esagerate nel mischiare i colori! Mantenetevi su due colori oppure sullo stesso colore ma con diverse tonalità

Usate una mazzetta pantone 

Se state realizzando una grafica che andrà stampata, acquistate una mazzetta pantone, la potete trovare on line e contiene una gamma di colori quasi completamente fedeli alla stampa.

Usate un sito faciliatore

Esistono dei siti che vi consigliano accostamenti di colori, noi solitamente usiamo questa risorsa gratuita, provatela! http://colorsupplyyy.com/

Guardate tutto da un’altra prospettiva

Se avete intenzione di pubblicare solo sul web la vostra immagine, salvatela, inviatevela sul cellulare e guardatela da li. Lo schermo piccolo vi aiuterà a capire meglio l’impatto del colore.

Fate una prova di stampa

Non dimenticate mai di fare una prova di stampa prima di mandare il file in produzione. Quello che dallo schermo può sembrarvi eccezionale, una volta stampato potrà sembrare invece piatto oppure troppo confuso. Vi consigliamo di avere nel vostro ambiente di lavoro, casa o ufficio che sia, una piccola stampante per verificare la resa del file

 

Vi sono serviti i nostri suggerimenti? Speriamo di sì!

 

A gonfie vele!

Erano gli inizi degli anni ’80 e quello di Roberto Ricciolini e Maria Teresa Dell’Omo era solamente un sogno, un’intenzione ma giorno dopo giorno grazie all’impegno e alla costanza, si è trasformato in realtà.

Abbiamo fatto di tutto per seguire le esigenze dei singoli clienti, puntare alla crescita professionale, al miglioramento, alla qualità e i frutti che abbiamo raccolto negli anni sono stati e continuano a essere la soddisfazione e il sorriso che ci date, i complimenti e anche i consigli, quelli che aiutano a superare gli ostacoli.

Ora la #DRPubblicità, da quei lontani anni 80 è cresciuta molto, abbiamo nuovi e larghi spazi che ospitano i nostri laboratori, un punto vendita, un magazzino e un ufficio riservato all’amministrazione. Spazi gestiti da una squadra sempre più numerosa.

Siamo felici per tutto il sudore versato. Vogliamo continuare ad andare avanti senza mai scordarci che ogni metro conquistato è frutto di fatica ma soprattutto di tanta passione.

Grazie a voi che ci sostenete e ci aiutate a viaggiare… A gonfie vele!

Le dimensioni della comunicazione

Nell’era del digitale, degli schermi piatti, della realtà virtuale sta riemergendo l’esigenza della profondità, del tatto. Pensate alle stampanti 3d, ai film multisensoriali, alla rinascita della robotica. Questi segnali sono importanti per capire che le dimensioni contano… eccome se contano!

Non possiamo marginalizzare la comunicazione digitale all’etere e agli schermi perché la comunicazione vuole profondità.

Come D.R. Pubblicità seguiamo la sintesi che concede di creare comunicazione con profondità attraverso strumenti digitali. Possiamo realizzare ogni tipo di gadget attraverso la stampa digitale, dai portachiavi alle targhe, dalle t shirt alla cancelleria.

Il risultato è un riassunto tra due esigenze: restare al passo coi tempi, utilizzando strumenti veloci e moderni. Mantenere la profondità attraverso la stampa su materiale tangibile.

 

 

 

Less is more. Come semplificare la comunicazione?

La nostra agenzia riceve quotidianamente decine di grafiche. Alcune sono pronte per essere stampate, necessitano di perfezionamenti, ridimensionamenti o piccole correzioni che ci aiutano nella stampa, altre invece hanno bisogno di un enorme lavoro di “restauro” per essere preparate prima di arrivare nelle mani del settore Produzione.

Questa situazione ci ha consentito di osservare il tipo di materiale grafico che circola e ci ha permesso, in questi ultimi anni, di giungere ad alcune brevi considerazioni che interesseranno anche te, nostro lettore.

1 – La grafica serve a comunicare

2- Un coordinato grafico confuso, male organizzato, non aiuta l’utente a capire il messaggio

3 – La ricchezza di informazioni non corrisponde alla chiarezza del messaggio

4- Siamo immersi dalla pubblicità e le nostre capacità di attenzione sono sempre più basse, non possiamo permetterci contenuti lunghi

Osservando i grandi marchi pubblicitari, i più famosi brand del mondo, ci accorgiamo di come l’imperativo categorico sia… “Less is more”, oppure “Less i better” ossia “meno è più”, “meno è meglio”.

Dobbiamo cominciare a scarnificare le nostre grafiche se le vogliamo rendere efficaci. Togliere tutto ciò che non è indispensabile e utilizzare il richiamo a un sito web oppure ai canali social e lì sì, poter inserire più informazioni.

Un gadget, una locandina, una t shirt o anche il semplice logo devono essere l’estrema sintesi del nostro messaggio.

Essere concisi, essere incisivi e se proprio non ce la facciamo… Affidiamoci a un grafico!

Vesti forte. Che cos’è?

Vesti forte è un nuova linea di magliette ideata per tutti gli appassionati di arti marziali, da combattimento, per gli amanti del rugby e della pallanuoto. Un progetto in continua evoluzione con creatività auto prodotte, realizzate anche su richiesta.

Una linea “forte” per chi non teme gli sport dove il coraggio e la dedizione sono protagonisti. Nel mondo della noia e della sedentarietà portare in alto l’onore della tua disciplina, diventa un atto rivoluzionario.

Indossare le t shirt di Vesti forte vuol dire raccontare al mondo la tua passione con orgoglio.

Sfoglia sulla nostra pagina facebook tutte le creatività!